You are in: home\ About Me
Leonia Lovisetto |  Orafa Designer

L'interazione sinergetica con l'armonia cosmica

di Leonia Lovisetto

Data di nascita 25 Aprile 1974
Luogo di nascita Roma, residenza Gaeta
Studi conseguiti: Accademia delle Arti Orafe "La Bottega dell'Artista" fondata da Salvatore Gerardi, Via della Purificazione (Roma).


  • Diploma di Oreficeria e gioielleria
  • Diploma di modellazione in cera
  • Diploma di cesello e sbalzo
  • Corso di design del gioiello (Membro gruppi orafi internazionali “Jewellery Collective - Prometheus”).

La ricerca artistica di Leonia Lovisetto si basa sull'individuazione delle qualità intrinseche di ogni elemento naturale scelto, partendo dalla quale, sviluppa un progetto e una propria idea capace di non esaurire il proprio compito nella realizzazione dell'opera o dell'ornamento per il corpo, ma di evocare magiche atmosfere in grado di invitare il fruitore sulle soglie di un mondo sospeso tra reale e trascendente.

Questi tasselli, mirabilmente fusi e organizzati nella creazione, trasformano lo spazio in un luogo dalle connotazioni decise e suadenti, ma anche meditative e silenziose che si estendono nel segno psicologico e spirituale grazie ad una figurazione attuale pur viva di rimandi di natura primigenia.

L'artista, avvertendo l’esigenza di seguire un'indagine personale, si avventura in un discorso stimolante che, partendo dalle stesse pietre dure o preziose scelte in base ai segreti in esse celati, si evolve in elaborate costruzioni dalle volute sinuose che si inerpicano in precisi segni e strutture per esplorare una nuova vita da consumare in spazi intimi ed arcani; Lovisetto riesce a percepire realtà al di là visibile fino a far assumere all'opera un’identità che va ben oltre la sua peculiarità materica e funzionale. “La fascinazione dell'oggetto deriva dal fatto che è passato per le mani di qualcuno, che vi ha lasciato un segno col suo lavoro; è la fascinazione di ciò che è stato creato e che per questo è unico, dal momento che il momento della creazione è irripetibile”, ha affermato J. Baudrillard ne “Il sistema degli oggetti”.

L'elemento fondante è per lei la pietra prescelta, ma la ricerca di eleganza e raffinatezza del supporto che la accoglie è un elemento che, mediante linee, incavi e segni appropriati, più che fare da sfondo riesce ad offrire delicate suggestioni contornate di elementi condensanti vive sensazioni e sentimenti intensi;l'insieme convive così armoniosamente con ogni tensione interna del materiale principale grazie ai suoi cromatismi morbidi ed accattivanti ed al carezzevole e cedevole insieme di linee dall’accesa sensualità, stemperantisi in lunghe curve carezzevoli celate dietro le delicate movenze dei volumi.

I materiali utilizzati convergono alla realizzazione dell'opera, offrendo all'artista la possibilità di creare monili dalle forme varie come fossero veri messaggi, recuperati e donati al mondo; quindi, oltre al perseguire la tradizione del passato, lo specifico campo applicativo della sua arte ha reso necessario un continuo apprendimento di espressività su base filosofica. Sono, così, nate in una sintesi creativa, varie opere mirabili dagli incavi bilanciati, dalle mirate increspature e dalle ondulazioni sensuali e soprattutto dalla struttura armoniosa ben cadenzata, i quali si confondono in riflessi dai toni seducenti e penetrano negli inesplicabili reconditi dell’uomo e della sua propensione verso il cosmo, in un viaggio atemporale al di là dell'immanente nel tentativo di appropriarsi di quel quid fuggevole della stessa esistenza.

Come si può notare, si è di fronte ad un differente livello espressivo e qualitativo rispetto all'Arte, di fronte alla quale comunemente ci imbattiamo; è un'arte perciò che, partendo dalla disciplina disegnativa di discendenza classica, sa accogliere quei legami stilistici che traggono la loro radice dai primi movimenti dell'arte moderna e finisce con l'esprimersi in modi plastico-lineari e cromatici di grande incisività, modi per i quali all'ostentazione materica delle pietre e/o dei cristalli è sostituito un complesso di lavori segnici e di ricami con accostamenti luminosi e cromatici e con raffigurazioni dal sapore filosofico e cosmologico, improntato ad uno spiccato equilibrio proporzionale e all'inserzione di motivi consoni all'idea predefinita.

A cura di Carlo Roberto Sciascia